Come raccontare sul web la tua attività turistica, alberghiera e culturale

comunicazione web turistico alberghiero

Sei il proprietario di un albergo, di un agriturismo, di un b&b o di una qualsiasi altra attività legata al turismo. Crei la tua pagina Facebook, il tuo profilo Instagram, ti iscrivi a piattaforme come Booking o Airbnb e aspetti.

Aspetti.

Aspetti.

Una volta sono stata a Mantova per un weekend (no, non chiudere la pagina: prometto che questo aneddoto ha a che fare con l’argomento di questo articolo!) e ho alloggiato presso un b&b che avevo trovato proprio su una piattaforma dedicata ad alberghi & company. La posizione dell’alloggio era molto buona e il proprietario non solo mi ha accolto in modo perfetto, ma mi ha anche dato un sacco di consigli su come girare la città e, soprattutto, ogni giorno la colazione era preparata da lui e comprendeva tanti dolci tipici mantovani. Insomma, un posto eccellente! Tuttavia il proprietario si lamentava di non riuscire a guadagnare molto da questa sua attività, nonostante ci mettesse così tanto impegno.

Nel momento in cui io avevo prenotato la stanza, non sapevo nulla della colazione preparata ad hoc e del tipo di accoglienza che avrei trovato a Mantova: avevo scelto l’alloggio esclusivamente in base alla posizione, ma i motivi che spingono una persona a scegliere una struttura piuttosto che un’altra sono tanti altri. Molto probabilmente il problema (o, almeno, uno dei problemi) del proprietario del b&b era proprio questo: non comunicare sul web tutti i pregi della sua struttura e affidarsi esclusivamente a piattaforme esterne per gestire la sua comunicazione.

Questo è uno degli errori più comuni da parte di un’attività del settore alberghiero, turistico e culturale: quello di limitarsi ad essere presente sul web, senza tuttavia raccontarsi con contenuti di qualità. Un altro sbaglio è quello di non raccontare abbastanza il territorio in cui si trova la propria struttura, quando invece è determinante per un’attività del genere.

Prima di andarci ad infittire un po’ più nel dettaglio sulle azioni di web marketing raccomandate, ti suggeriamo 6 consigli introduttivi che ti aiuteranno a prendere la giusta direzione nel comunicare la tua attività:

  1. Aggiungi la tua attività su Google Maps
    È una procedura molto semplice che parte da questa pagina. È facile intuire quanto sia importante avere la propria struttura registrata in Google Maps. Molti utenti non cercano sui motori di ricerca, ma direttamente su Maps, il luogo che stanno cercando: un ristorante, un ostello, un b&b, ecc… E, se la tua attività non è presente, di sicuro lo è quella dei tuoi concorrenti (senza metterti allarmismi, eh).
  2. Trova la tua identità
    Un albergo non può limitarsi a dire che “le nostre stanze sono dotate di tutti i comfort”, perché è la classica frase utilizzata da ogni singolo albergo presente sulla faccia della Terra. Affermare l’ovvio non spinge un potenziale cliente a prenotare una stanza presso la tua struttura: per questo è importante definire la propria identità e differenziarsi dal resto della concorrenza, trovando quel valore (o quei valori) che caratterizza la tua attività.
  3. Raccontare quali esperienze offri
    Le strutture turistiche, alberghiere e culturali non offrono ai propri clienti beni materiali, ma servizi. Servizi che si traducono in “esperienze”, una parola che piace molto ai viaggiatori, specialmente ai giovani. Dai valore ai tuoi servizi/esperienze raccontandoli sul tuo sito e sui tuoi canali social, non solo attraverso le parole ma anche con immagini e video.
  4. Sii ospitale anche attraverso lo schermo
    Trasmetti il mood della tua struttura postando anche immagini di te e del tuo staff in posa, di buon umore, o anche mentre siete indaffarati con le vostre mansioni quotidiane: questo trasmetterà un mood “caldo”, non distaccato, che avvicinerà i tuoi futuri ospiti all’atmosfera accogliente che li aspetterà in caso di prenotazione.
  5. Sii costante
    La comunicazione sul web non può essere attivata solamente in certi periodi dell’anno, per prepararsi all’alta stagione: deve essere costante nel tempo, altrimenti può essere addirittura controproducente. Per raggiungere una costanza ideale, specialmente sui social, è utile avere un calendario editoriale da seguire, con una lista di contenuti da pubblicare a seconda del giorno della settimana. Per cominciare, puoi usare il calendario editoriale generico che abbiamo preparato per te, per poi personalizzarlo come vuoi.
    Scarica il calendario base
  6. Cerca collaborazioni
    La tua struttura gioverà grazie alla collaborazione con altre realtà del tuo stesso territorio: puoi pensare con loro a convenzioni per i tuoi clienti, o addirittura a pacchetti esperienze personalizzati.

Ora che hai avuto le tue prime dritte, che già ti avranno dato da riflettere, possiamo entrare un po’ più nel dettaglio. Ecco cosa avere per cominciare a muoversi con strategie rilevanti di web marketing:

Sito web

Neanche a dirlo, il sito web deve essere la base di ogni tua attività. Avere una pagina social o essere solo iscritti in piattaforme come Booking non ti permetteranno di costruire una solida presenza online. Pensala così: il sito web è il tuo regno.

Blog

Il blog è una delle sezioni più importanti del tuo sito: qui pubblicherai i tuoi articoli e i tuoi contenuti di qualità per raccontare la tua attività e il territorio circostante, fornendo di blog in blog una guida ai tuoi clienti. Gli articoli possono essere di vario genere: possono riguardare le sagre nei dintorni, i musei e i monumenti nelle vicinanze, la storia della tua struttura, le attività che si possono fare, ecc…

Una buona strategia potrebbe essere quella di suddividere i tuoi potenziali clienti in “settori” e scrivere degli articoli pensati appositamente. Ad esempio: se la tua zona è l’ideale per i surfisti, non mancare di pubblicare dei blog su argomenti che potrebbero interessare a loro! Oppure magari vuoi rivolgerti alle famiglie: in questo caso potresti scrivere un articolo ricco di consigli su come viaggiare con i bimbi, ecc…

Social Media

I social media sono molto utili per fidelizzare la propria clientela che raggiungere persone che, attraverso la tua pagina Facebook o il tuo profilo Instagram (ma possono esserci altre soluzioni, come Pinterest), continueranno a seguirti e ad interagire con te.

Potresti chiederti: “Ma cosa pubblico?!”

A questo ti veniamo in aiuto fornendoti la base di un calendario editoriale, personalizzabile al 100% in base alle tue idee: scaricalo, se non l’hai già fatto 😉

Scarica il calendario base

E-mail marketing

Non affidarti solo a piattaforme come Booking o Airbnb: con l’e-mail marketing potrai studiare delle campagne personalizzate per coloro che si sono iscritti alla tua newsletter (ma come farli iscrivere? Ci abbiamo scritto un blog apposta!), permettendosi quindi di proporre offerte e attività mirate.

Sono tantissime cose a cui pensare, vero? Eppure, con il tempo, ti accorgerai di non poter rinunciare a nessuno di questi punti. Anche il nostro primissimo cliente, l’associazione culturale manoxmano Milano, gestisce da anni un calendario editoriale molto preciso, con tanto di newsletter e blog settimanale: prova a darle un occhio e a muovere i primi passi seguendo i consigli che ti abbiamo appena dato. Se hai dei dubbi, non hai che da scriverci 😉

Scrivici un messaggio

Author Vanessa Maran

More posts by Vanessa Maran

Leave a Reply

© 2017 manoxmano web & contents agency